In bici lungo la Strada dei Vini del Cantico

Se il tuo mezzo preferito per viaggiare, immergerti e scoprire l’essenza profonda dei luoghi che visiti è la bicicletta, l’itinerario che ti proponiamo è fatto su misura per te. 

Vino e bicicletta a prima vista sembrano essere due elementi in antitesi, ma a ben guardare possono avere molte cose in comune. La bicicletta è un mezzo antico che si insinua garbatamente nelle tradizioni dei territori e permette di viverne le piccole cose, i profumi e le eccellenze. In Umbria, il vino è una di queste.

umbria-bici

L’itinerario suggerito è un’idea da seguire, ma lascia ampio spazio alla fantasia del ciclista che può scegliere numerose altre varianti alla scoperta della cantina che più lo interessa o del borgo che più lo affascina.

Immerso nel verde e nella tradizione dell’Umbria, il percorso si snoda tra le tipicità e le bellezze della regione, toccando gli affascinanti borghi e le numerose cantine della Strada dei vini del Cantico, dove è possibile fermarsi per una visita o per una degustazione. 

Inoltre, attraversando zone prevalentemente collinari, senza grandi asperità e con molti chilometri di pianura, l’itinerario è adatto a cicloturisti e curiosi con una preparazione non elevata.

bici_percorsoL’itinerario parte da Massa Martana e in un susseguirsi di saliscendi immersi nel verde arriva a Todi. Da Todi prosegue in direzione di Fratta Todina e poi entra nel territorio tipico del laterizio umbro arrivando a Marsciano. Usciti dalla città si affronta la breve salita che conduce a Cerqueto e si prosegue in direzione di Perugia superando i lievi saliscendi che caratterizzano la strada Marscianese.
Giunti alle porte di Perugia, capoluogo umbro dopo circa tre chilometri di leggera salita, si può arrivare al centro storico, altrimenti si scende in direzione di Torgiano. Il tratto da Perugia a Torgiano è uno dei pochi dove occorre prestare attenzione al traffico.
Pochi chilometri superato Torgiano si arriva ai piedi di Bettona. Per raggiungere il borgo bisogna percorrere circa 3 chilometri di salita. Chi vuole, può evitare questa asperità deviando a sinistra, ma consigliamo a tutti lo sforzo di raggiungere Bettona, sia per la bellezza del centro sia per lo stupendo panorama che si gode da lassù, su tutta la valle Umbra, da Perugia ad Assisi con il Monte Subasio sullo sfondo.
Da Bettona ci si muove verso Cannara e da qui si iniziano a percorrere stradine pianeggianti e tranquille fino a raggiungere il suggestivo borgo di Spello. Si sale per circa un chilometro per arrivare al centro del paese e da qui si imbocca la “Via degli Ulivi”, una bellissima strada, stretta e senza traffico che scorre tra distese di uliveti alle pendici del Subasio, conducendo a San Vitale, a pochi chilometri da Assisi. Altri tre chilometri di salita leggera e si arriva nella città di San Francesco.

Mappa Itinerario in Bici Assisi

Ti è piaciuto il nostro itinerario? Raccontaci il tuo percorso e quali tra le tante proposte ti piacerebbe visitare. Abbiamo molti consigli in serbo per te.

One thought on “In bici lungo la Strada dei Vini del Cantico

  • 17 luglio 2017 at 17:21
    Permalink

    Su e giù pei colli in bicicletta

    Dal colle scendevamo fino al piano
    giù per la via maestra serpeggiando…
    Ponte Rosciano, il fiume, e poi Torgiano.
    Dopo la lunga dritta, pedalando
    “tenendo la mano”, su arrancavamo
    a tratti ritti, lungo la salita,
    e sudando un po’, alfin ci godevamo
    Vannucci, il duomo e la fontana avita…
    e, ai giardini Carducci, il belvedere,
    sguardo d’incanto fin giù…giù…a Bettona
    coi campanili dalle forme fiere,
    a immaginar che la campana suona.
    In sella…prima che si faccia tardi
    e pur se il cielo è ancora illuminato
    è buona norma l’evitar gli azzardi
    e non lasciar qualcuno preoccupato…
    Bello è scender, ma…si risalirà…
    Giusto l’inverso cha alla tratta “andata”.
    Mamma, però, ancora non lo sa…
    Di certo si sarebbe un po’ arrabbiata…
    Ma tutto è bene…se finisce bene.
    Biciclettine in sosta…per domani…
    E nel beato sogno che poi viene,
    ritoccheremo il cielo con le mani.

    Armando Bettozzi da Bettona
    14 Luglio 201

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *