Un volo in parapendio biposto: il fascino e le suggestioni della Strada dei Vini del Cantico vista dall’alto

Chi di voi non ha mai sognato di volare? Guidati da esperti istruttori, oggi è facile, divertente, sicuro e alla portata di tutti, per provare l’emozione di staccarsi dalla propria ombra!

Avete presente uno di quei casi in cui si ha l’impressione di essere sul punto di fare qualcosa che cambierà radicalmente la propria vita? Ecco. A me è successo a Novembre, in un caldo pomeriggio d’autunno. La resa c’è stata poco prima del tramonto, e ho sentito di essermi presa una sbandata di quelle serie.

Ogni volta che nei mesi scorsi provavo a chiedere a parapendisti e deltaplanisti cosa si prova lassù, come risposta ricevevo più o meno sempre un vago sguardo di sufficienza, un sorriso simpaticamente beffardo e un generico: «Non si può descrivere a parole, devi provare per capire».
E allora… eccomi pronta in cima al Subasio, che per le sue caratteristiche geomorfologiche e per le condizioni favorevoli delle correnti d’aria, si presta perfettamente alla pratica del volo libero. L’Appennino umbro-marchigiano è infatti riconosciuto come uno dei migliori siti di volo del nostro continente e ormai da anni piloti da ogni parte del mondo vengono a praticare questo sport sulle nostre montagne. Le aree decollo del Subasio permettono di volare in ben tre quadranti sfruttando il notevole dislivello di 1000 metri dall’atterraggio e sono facilmente raggiungibili con qualsiasi mezzo percorrendo la strada che porta in vetta, salendo da Assisi o da Spello.

decollo_subasio
Area decollo dal Subasio

Cos’è il parapendio?

Il parapendio è un’ala costruita con un tessuto speciale capace di regalare emozioni senza pari. Un modo semplice e divertente per realizzare il sogno che tutti hanno fatto almeno una volta nella vita: volare!
Il volo in biposto (o volo tandem) è un’esperienza adatta a tutti, senza limiti di età. Il parapendio viene pilotato da un istruttore professionista e, seduti davanti a lui, potete provare l’emozione di volare accompagnati solo dal fruscio del vento. Ciò che rende eccezionale questo sport non è però solo la possibilità di vedere il mondo dall’alto, ma anche l’adrenalinica consapevolezza che si prova nell’essere soli con il proprio parapendio (beh, ammettiamolo… non proprio soli: nel nostro caso c’è Vittorio, un esperto istruttore con 25 anni di voli alle spalle!).

Gli attimi dell’attesa, la rincorsa, il decollo, l’Umbria vista da lassù… emozioni uniche che potete provare venendo ad Assisi a fare un volo tandem in tutta sicurezza. Volare non è più un sogno!


Come funziona?

Con una piccola corsa, in un attimo ci si ritrova in volo seduti come in poltrona: pilota e passeggero sono infatti comodamente seduti nei loro imbraghi, pilota dietro e passeggero davanti, sufficientemente vicini da poter comunicare con facilità.
Un volo può durare dai 15 ai 40 minuti a seconda della località da cui si decolla, dalla stagione, dall’ora e dalle condizioni meteorologiche di quella giornata.
A bordo, viene realizzato un video che conserverà le immagini di un’esperienza che non dimenticherete mai e che vi permetterà di rivivere quelle emozioni a casa insieme agli amici ogni volta che lo vorrete.


Il decollo

È il momento più emozionante: dopo qualche passo di corsa, la vela inizia gradualmente a sollevare il corpo e in pochi metri ci si stacca da terra.
Il decollo si effettua da un pendio dopo aver verificato che la vela si sia gonfiata correttamente (nota a margine per i più titubanti: in caso di imprevisti, in questa fase si è sempre in tempo per sospendere la corsa e frenare [stallare] la vela per impedire il decollo).
Vittorio dunque in pochi minuti stende la vela a terra, si prepara, imbraga anche me e con un piccolo briefing mi spiega cosa fare, scrutando con (divertito) stupore la mia apparente estrema serenità.

decollo_parapendio_subasio


Finalmente in volo!

Pochi passi e via… Un lungo respiro e l’aria sembra avere improvvisamente un profumo mai sentito prima. Una volta in volo, il silenzio è quasi surreale. L’unico rumore che si avverte è quello del vento tra le corde della vela. Tutti i sensi si riempiono di emozioni nuove e fortissime.
Esaurita la potente carica emotiva dei primi secondi, si inizia a prendere confidenza con questa nuova prospettiva: è il momento di godersi la vista riservata agli uccelli e ai pochi fortunati che hanno nel sangue questa passione. Giù in basso, con la luce di taglio di uno splendido tramonto novembrino, il verde dei boschi e della campagna si accende in tutte le sue sfumature, e la linea dell’orizzonte si fa più marcata, dai Sibillini al Monte Cucco fino al Lago Trasimeno dall’altra parte. Sono i 360 gradi dell’Umbria verde a cui siamo abituati, ma da quassù hanno davvero tutto un altro sapore! A metà strada tra realtà e incantesimo.

parapendioindue_subasio


L’atterraggio

Qualche secondo prima dell’atterraggio, si esce dal sellino e si torna in posizione verticale (ci si rimette in piedi, in pratica), sostenuti dagli imbraghi. Solitamente, il contatto con il suolo è molto dolce, simile al salto da un gradino. Anche in caso di un avvicinamento più rapido, per smaltire la velocità residua è comunque sufficiente fare solo qualche passo di corsa.


Sono richieste capacità particolari?

Il parapendio non richiede nessuna specifica preparazione fisica o particolari doti di coraggio. È necessario solo essere in grado di fare una piccola corsa, avere curiosità, un discreto equilibrio psico-fisico e soprattutto il desiderio di osservare il mondo da una prospettiva migliore!
Il parapendio a livello turistico, praticato ovviamente nelle giuste condizioni, non è considerabile uno sport estremo, ma una piacevole attività sportiva in grado di regalare sensazioni uniche nella massima sicurezza.


Qual è l’abbigliamento consigliato per il volo?

Il team di Parapendio in due fornisce tutta l’attrezzatura necessaria, casco compreso. Tutto ciò che dovete portare è un abbigliamento comodo, con una felpa o una giacca antivento anche nelle stagioni più calde, tenendo in considerazione che la temperatura sul luogo di decollo non è mai troppo elevata e che in caso di guadagno di quota è facile raggiungere temperature relativamente basse. Per darvi un’idea, i piloti si vestono solitamente come se dovessero fare un’escursione in montagna.
Ai piedi, è consigliabile avere un paio di scarponcini da trekking, per limitare il rischio di distorsioni in decollo e in atterraggio.


Quando si vola?

Tecnicamente, si può volare anche in assenza di vento e in ogni periodo dell’anno. Ogni stagione però ha il suo fascino e regala colori differenti. Ecco perché il parapendio non stanca mai! Gli istruttori di Parapendio in due valutano comunque le condizioni meteo ad ogni volo e sono dotati della massima esperienza per farvi divertire in piena sicurezza.
Il volo può essere prolungato fino a diverse ore sfruttando le correnti ascensionali di aria calda (termiche) che spingono la vela verso l’alto e le permettono di percorrere distanze notevoli (esperienza riservata a chi ha già effettuato almeno un volo).


Soffrite di vertigini anche quando vi affacciate dal balcone?

Nessun problema! Anche chi soffre di questo disturbo può provare questa esperienza. Infatti è scientificamente dimostrato che in parapendio NON si soffre di vertigini, poiché non si hanno punti di riferimento fissi: il “sensore” del nostro equilibrio che regola le vertigini si attiva solo quando siamo in piedi, per cui durante il volo, essendo comodamente seduti e in movimento, e complice l’assenza di riferimenti ottici con il suolo, la vertigine non si può presentare. La sensazione è addirittura molto meno fastidiosa di quella che si prova quando si è in seggiovia.
In parole povere, non avete più neanche questa scusa!


Ultimo asso nella manica per convincervi: il parapendio ha anche effetti benefici sull’organismo!

È verissimo! Studi medici dimostrano che, preso a piccole dosi (ossia un semplice volo con planata e/o veleggiamenti della durata inferiore ai 30 minuti), il parapendio provoca una notevole secrezione di adrenalina, di serotonina e di endorfine – gli ormoni del piacere – procurando euforia, commozione positiva e un acuto senso di appagamento.

* * * * * * *

Consigli utili:

– non partite a stomaco vuoto: una colazione leggera e asciutta contribuisce a limitare l’insorgere di eventuali nausee;
– arrivate riposati: va bene che siamo lungo una Strada dei Vini, ma la sera prima evitate di eccedere con alcolici e bagordi… non sareste nelle condizioni migliori per godervi questa bella emozione;
– e infine, prima di decidere se questo sport fa per voi, provateci almeno due volte: durante il primo volo le emozioni sono troppo forti per rendersene conto. Come detto, il parapendio dà una scarica di adrenalina molto alta e alla prima esperienza incide anche il fatto di non sapere prima come ci si sentirà lassù. L’importante dunque è non limitarsi ad un unico lancio: ogni volo si rivelerà non solo un’emozione imperdibile, ma anche una preziosa occasione per mettersi alla prova in un contesto naturale lontano dalla routine di tutti i giorni. La vostra intensa sfida personale.

* * * * * * *

In sostanza, volare in biposto come passeggero, oltre ad essere una splendida esperienza, può essere un modo diverso per trascorrere una giornata all’aria aperta, meglio se insieme ad un gruppo di amici. Un volo in parapendio può anche diventare un regalo originale per un compleanno, un anniversario, una laurea o un addio al celibato/nubilato! Aver volato nei cieli umbri resterà un ricordo indelebile!

“Per una sola volta che hai provato la sensazione del volo,
camminerai sulla terra con gli occhi rivolti al cielo,

perché lì sei stato e lì agogni di tornare.”
[Leonardo Da Vinci]

Contattateci e vi daremo tutte le dritte
ed uno sconto speciale del 10% per gli amici della Strada dei Vini del Cantico!

Vi lasciamo con questa chicca trovata in rete:

Il parapendio è una sostanza che ha caratteristiche psico/fisioattive, cioè “che possono modificare la psicologia o l’attività fisica e mentale degli esseri umani” (definizione di ‘droga‘ dell’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità). In altre parole, se per droga si può intendere una sostanza che invece di essere “vinta” dal corpo o dalla mente è capace di “vincerli”, provocando cambiamenti organici o psichici o di entrambi i tipi, allora il parapendio rientra sicuramente nella definizione di droga.
L’assunzione di parapendio è legale e regolamentata dalla legge.

 

[Autore: Beatrice]

parapendio_subasio parapendioindue_assisi parapendio_assisi 362214

assisi_dallalto
Assisi vista dall’alto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *